Piercing

Piercing

28/09/2019 0 Di Redazione Mondo Mamma

Piercing e figli: come gestire la cosa

Durante l’adolescenza i ragazzi possono manifestare il desiderio di farsi un piercing. Il binomio piercing e figli suscita sempre un certo orrore in mamma e papà. Un paio d’anni fa una risposta negativa sarebbe stata l’unica opzione pensabile. Oggi, invece, che i genitori sono più aperti al dialogo, si cerca di dare a questa insolita richiesta una sorta di interpretazione universale. Perché i ragazzi presentano questo desiderio?

Oggi proveremo ad indagare insieme sulla questione.

Piercing e figli: una questione spinosa

Ammettiamolo: sebbene gran parte dei genitori si dica propensa a dire sì quando si parla di piercing, quasi nessuno tra questa desidera vedere il proprio figlio bucarsi il naso.

Molto tempo fa l’immagine del piercing era attribuita ad un’idea di anticonformismo: nei primi anni 90 erano davvero pochi i ragazzi che sfoggiavano il brillantino al naso. Chi lo faceva veniva considerato un duro, un outsider, ed era proprio questa l’idea che s’intendeva dare di sé.

Oggi invece il piercing fa tendenza e si può quindi dire che i ragazzi aderiscono a questa moda per il motivo opposto, ossia per omologarsi alla massa.

Piercing e figli: una giusta interpretazione

Nella fase adolescenziale si fa più insistente il bisogno di sentirsi accettati dagli altri. Far parte del gruppo, quando si hanno 15 anni, è la regola. Per questo potremmo dedurre che aderire alle mode del momento, come appunto quella di farsi forare una parte del corpo, può essere un modo per buttarsi nella mischia.

Altra versione molto accreditata dagli psicologi però indaga invece il rapporto che gli adolescenti hanno con il proprio corpo: tatuarsi, truccarsi, dimagrire o farsi un piercing sono tutti modi che un teenager ha per esplorare questa nuova e rinnovata versione di sé.

Piercing e figli: come reagire

Piercing e figli come reagire

Piercing e figli come reagire

Il consiglio è quello di non cedere mai alla drammaticità: un piercing, se fatto in sicurezza e nel pieno rispetto delle norme igienico-sanitarie, non costituisce alcun pericolo. Per quanto possiate disapprovare, vi suggeriamo di non interferire in questo processo di crescita e scoperta personale. Potrebbe essere buona cosa fare delle domande, mostrarsi interessati e predisposti all’ascolto. Se vi fa sentire più sicuri, chiedete di poter assistere: condividere l’esperienza non può che portarvi a guardare la cosa dalla stessa prospettiva.

 

Leggi anche:

  1. Piercing orecchio
  2. Piercing lingua
  3. Microdermal