Come cambiano i capelli in gravidanza

Come cambiano i capelli in gravidanza

01/02/2020 Off Di Redazione Mondo Mamma

Capelli e gravidanza: cosa c’è da sapere?

Quando si è in attesa il corpo sembra fiorire in una primavera di nuove forme. Se i seni diventano, però, più rotondi e i fianchi più morbidi, i capelli possono scoprirsi più deboli: come cambiano i capelli in gravidanza?

Nell’articolo che segue proveremo a rispondere alla domanda.

La gravidanza porta con sé, oltre ad un forte sentimento di gioia dato dall’arrivo di un bambino, anche una serie di scombussolamenti corporali. Il corpo di una donna in attesa può sembrare, durante i novi mesi che precedono la nascita del bebè, un campo di battaglia così come un giardino di florida primavera.

La nausee possono segnare visibilmente il viso di una gestante, mentre la gioia della lieta notizia può invece rinvigorirne un’altra. Insomma, i modi che il corpo ha di reagire alla gravidanza sono imprevedibili, soggettivi e spesso anche conseguenza di logiche che ci restano sconosciute.

Il cambiamento più incisivo numericamente parlando – poiché comune a un gran numero di donne- riguarda però i capelli.

C’è chi in gravidanza può giovare di una chioma più folta e più lucente e chi al contrario dovrà fare i conti con una perdita di capelli repentina e massiccia, tanto da dover ricorrere ad alcune soluzioni che aiutino a rinforzarli. Sicuramente in questi termini le due più diffuse sono le fiale e gli integratori (i quali possono essere generici o specifici). Consiglio la lettura dell’articolo “Migliori fiale anticaduta: ecco le più efficaci” per approfondire e guidare nella scelta.

Ma qual è il nesso tra capelli e gravidanza e come provvedere alla caduta di capelli? Scopriamolo insieme.

Capelli e gravidanza: l’influenza degli estrogeni

Quando notiamo che in gravidanza i capelli aumentano o assumono una forma più rigogliosa e lucente, sappiate che il merito è tutto da attribuire agli estrogeni.

Gli estrogeni, infatti, durante il periodo di gestazione tendono ad aumentare e ad esercitare una positiva influenza sul ciclo del capello. La maggior parte delle donne in dolce attesa possono infatti contare su una fase di crescita molto prolungata. Non sempre, però, le cose vanno così. Tantissime gestanti, infatti, dicono di soffrire del problema opposto, ossia di una massiccia caduta di capelli. In questo caso il carico ormonale a cui è sottoposto il corpo femminile può portare ad una perdita, talvolta anche preoccupante, di capelli.

Capelli in gravidanza: le fasi da riconoscere

Spesso la caduta dei capelli non si manifesta durante la gravidanza ma immediatamente dopo, quando gli estrogeni calano drasticamente. In questo caso la perdita può dirsi normale, così come durante il periodo dell’allattamento. È sempre buona cosa sottoporsi alle analisi del sangue e chiedere l’aiuto di uno specialista per monitorare la situazione. Bisogna comunque tener conto del fatto che ognuno di noi perde circa 100 capelli al giorno: nei limiti di questa cifra possiamo quindi comunemente collocare la caduta nella norma. Il problema clinico sorge quando i capelli caduti non vengono sostituiti da nuovi bulbi. Per questo è caldamente consigliabile ispezionare con cura il cuoio capelluto e assicurarsi che non ci siano buchi.

Capelli e gravidanza: cosa fare in caso di caduta

In caso di caduta preoccupante la prima cosa da fare, come abbiamo anticipato, è contattare un medico e decidere assieme quale approccio terapeutico seguire. Raramente i problemi di caduta di capelli in gravidanza si rivelano essere gravi o preoccupanti – poiché al termine del periodo di gestazione il ciclo vitale del pelo riprende con regolarità il suo percorso – ma è sempre buona cosa controllarsi e farsi assistere da uno specialista.

Capelli in gravidanza: le regole per non sbagliare

Oltre ad una cura terapeutica – da seguire quando necessario – ci sono tanti altri piccoli accorgimenti da poter mettere in pratica per prevenire o diminuire la caduta di capelli in gravidanza. Ecco qualche utile suggerimento per le mamme in attesa.

L’alimentazione

L’alimentazione – quando si parla di capelli, unghie o pelle – è sempre la chiave. Durante il periodo di gestazione, il regime alimentare va doverosamente rivisto o quantomeno riadattato e monitorato con costanza. In caso di eccessiva caduta di capelli può essere utile reintegrare, ad esempio, la vitamina B: per la quale bisognerà incrementare il consumo di frutta e verdura. Molta attenzione, tuttavia, bisogna prestare agli zuccheri.

Cura dei capelli

Da non trascurare è la cura diretta del capello. A tal proposito, consigliamo di evitare l’uso di piastre e di non lavarli mai con acqua troppo calda. Via anche prodotti e cosmetici aggressivi. Fare un salto in farmacia, in questi casi, non è una cattiva idea.